Menu

header photo

Navigation:

Progetto di fondazione di un supermercato per la vendita degli autentici prodotti italiani in Bulgaria

Noi siamo tutti i testimoni di un’incoerenza seria che determina oggi il rapporto tra i nuovi produttori dei prodotti alimentari e vecchi operatori della grande distribuzione organizzata.

Le reti di supermercati avendo i contratti operanti da decenni con un cerchio dei fornitori definito impediscono a stabilire i rapporti commerciali con i nuovi produttori. I motivi di rifiuto di collaborare sono le condizioni di reciprocità diverse: contributo “d’entrata”, contribuzione alla pubblicità, «listing fee», restituzione dei prodotti non venduti nei termini previsti, etc. In realtà, queste condizioni sono finalizzati a rifornire fondi di circolazione dei supermercati, ma non favoriscono in nessun modo la collaborazione reciprocamente vantaggiosa tra i produttori e le reti di distribuzione. Tutto questo presenta una delle forme di un rifiuto indiretto di collaborare con i nuovi fornitori e la discriminazione.

Oggi si può con piena certezza dire che tutte le catene GDO esistenti sono monopolizzate a sfavore del mercato dei prodotti alimentari, a sfavore della domanda dei consumatori. Queste incoerenze richiedono il ritrovamento delle nuove soluzioni efficaci per gli interessi dei produttori.

Proponiamo la fondazione in Bulgaria (nella citta di Varna) di un novo supermercato per i produttori determinati – facenti parte di questo progetto che paghino un piccolo contributo annuale per la organizzazione di un supermercato proprio in Bulgaria. Abbiamo elaborato un progetto efficace dal punto di vista economico, argomentato dai calcoli finanziari che permette con le minime spese di assicurare l’esportazione continua dei prodotti italiani.

La fondazione del supermercato per la vendita degli autentici prodotti italiani in Bulgaria faciliterà anche l’esportazione effettiva dei prodotti italiani all’interno dell’Unione Europea.

Visits counter

39805